Categories
Musica

L’estasi della Virgen María

Dopo diversi anni di esperienza artistica con il corpo come strumento, María Forqué (Madrid, 1990) si reincarna nel suo alter ego Virgen María per lasciare il posto a un progetto musicale in cui mostra tutto il suo immaginario artistico e sovversivo. Attraverso ritmi e suoni vicini alla gabber degli anni ’90, la sessualità reggaeton e le registrazioni dell’ASMR, riesce a scuotere i parrocchiani che vengono alle loro liturgie.

Virgen María, G.O.D. (Perth Records, 2019)

L’estasi di Santa Teresa o la benedizione della Virgen Maria ci viene questa volta attraverso la techno. Non è la prima DJ che usa la sessualità come ispirazione e arma per stimolare la trance. In effetti, ci sono diverse attrici porno che uniscono la sua vita di DJ e la produzione di video erotici. Tra le famose Jessie Andrews, Darcie Dolce e Sasha Grey, che oltre al DJ arrivarono anche a produrre musica sperimentale con il suo gruppo a Telecine. Ma nonostante Virgen María faccia un clic seminuda e si esprima attraverso il sesso, non è una pornostar ma un’artista con un’opera enigmatica.

Il suo “EDM sperimentale”, come lo chiama, ha attirato l’attenzione dell’etichetta londinese Perth Records, in cui ha pubblicato G.O.D., il suo primo album con le sue composizioni, e in cui collaborano altri artisti dell’etichetta citata come Perth Daijing , Mare o Vaso sanguigno. Un risultato originale e innovativo che non ti lascia indifferente e che sicuramente ti farà parlare.